Giornata mondiale contro l’epatite 2019 : Find the Missing Millions

La Giornata mondiale contro l'epatite è stata proclamata per la prima volta il 28 luglio 2011 dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) dopo l’aumento costante dell’epatite virale a livello globale. 1,34 milioni di persone muoiono ogni anno per le conseguenze dell’epatite B o C. Si tratta di un numero di decessi superiore a quello dell’HIV, della tubercolosi o della malaria.

Il 28 luglio è il compleanno del premio Nobel Baruch Samuel Blumberg, che ha scoperto il virus dell’epatite B. La Giornata mondiale contro l’epatite è una delle otto giornate commemorative dell’OMS dedicate a un problema di salute pubblica. L’obiettivo è quello di sensibilizzare l’opinione pubblica su una malattia che, nonostante l’elevato numero di decessi, non finisce praticamente mai sotto i riflettori dell’opinione pubblica. Così più persone potrebbero sottoporsi al test ed essere curate. Il motto della Giornata internazionale contro l’epatite di quest’anno è “Epatite: trova i milioni mancanti” e richiama l’attenzione dell’opinione pubblica sul fatto che la maggior parte delle persone colpite non sospettano di aver subito il contagio.

In occasione della Giornata mondiale contro l'epatite, l'epatite Svizzera chiede un programma nazionale per le malattie sessualmente trasmissibili e trasmissibili per via ematica. Questo ci permetterà di combattere insieme l'epatite e l'HIV.